Come sono fatte le custodie universali per cuffie: info, dettagli, materiali, costi

Le cuffie non sono un semplice accessorio: sono un dispositivo fondamentale che ci aiuta ad affrontare e vivere al meglio le giornate. Sia se siamo imbottigliati con la nostra auto nel traffico, sia se siamo su mezzi pubblici affollati o stiamo correndo in un parco, le cuffie e gli auricolari ci permettono di ritagliarci un piccolo spazio personale e intimo dove poter ritrovare noi stessi e le nostre passioni.

Grazie alla presenza di un microfono integrato negli altoparlanti, possiamo non solo ascoltare musica ma anche effettuare o ricevere telefonate. Così da avere le mani libere per guidare, scrivere o fare altro.

Una volta acquistate un paio di cuffie, sarà importante tenerle al sicuro da urti, polvere, umidità e infiltrazioni varie, ma anche avere la possibilità di trasportale ovunque tenendole in borsa, valigia o nello zaino. Ed è qui che entrano in gioco le custodie per cuffie.

Esistono custodie di tutti i tipi e per tutti i gusti. Ci sono quelle morbide, quelle rigide, quelle specifiche per alcuni prodotti e quelle universali. Queste ultime sono quelle che ci interessano maggiormente perchè, oltre ad essere resistenti, economiche ed anti-urto, offrono una grande protezione per i nostri dispositivi.

Cuffie

Prima di vedere più nel dettaglio le caratteristiche delle custodie universali per cuffie, soffermiamoci brevemente su quelle delle cuffie, per capire meglio di che si tratta.

Le cuffie sono dispositivi elettronici che possono funzionare sia tramite cavo che wireless, in particolar modo tramite la tecnologia Bluetooth. Sono caratterizzate da grandi casse imbottite e insonorizzate collegate tra loro tramite un supporto rigido chiamato archetto. L’archetto però è, nella maggior parte dei casi, abbastanza flessibile e anche pieghevole in modo da adattarsi meglio alle diverse dimensioni delle teste degli utenti.

Hanno delle caratteristiche tecniche ben precise a cui devono rispondere in maniera valida per risultare veramente efficienti. Sono in particolare quattro parametri: risposta in frequenza, linearità in frequenza, sensibilità e impedenza.

Le cuffie poi possono essere divise in due grandi macro-categorie:

  • on-ear: si appoggiano sulle orecchie dell’utente risultando non troppo pesanti e difficoltose da trasportare. Non offrono però un completo isolamento acustico.
  • over-ear: sono molto grosse e ingombranti ma sono l’acquisto ideale per chi vuole la massima qualità del suono e il massimo isolamento dai rumori esterni.

Auricolari

Gli auricolari, rispetto alle cuffie, sono molto ma molto più piccoli come dimensioni e dunque come peso. Sono molto usati soprattutto da chi fa sport all’aperto o da chi utilizza mentre cammina smartphone o lettori Mp3 per ascoltare musica o file audio.

Si dividono in tradizionali (si appoggiano tra il trago e l’antitrago) e in quelli intraurali o in-ear che si inseriscono proprio all’interno del canale uditivo.

Questa ultima tipologia è molto gradita dagli utenti perchè gli auricolari restano più stabilmente attaccati all’orecchio, evitando di cadere ad ogni minimo movimento. E’ però consigliato non tenerli troppo a lungo e a volume troppo alto.

Se le cuffie sono preferite da chi ha come priorità la qualità del suono e l’isolamento dall’esterno, gli auricolari vengono acquistati soprattutto da chi ha interesse che siano dispositivi facilmente trasportabili e di poco ingombro.

Custodie universali: caratteristiche

Come già anticipato, esistono vari tipi di custodie. Quelle universali cioè adatte a più modelli, marche e tipologie sono quelle più adatte a chi desidera protezione, facilità di utilizzo e resistenza.

La maggior parte sono in forma quadrangolare o rotonda, sono rigide all’esterno in materiali come plastica e nylon e rivestite con tessuto e in materiali morbidi all’interno. Spesso all’interno troviamo una comoda taschina reticolata utile per contenere piccoli oggetti come schede o cavetti.

La cerniera a zip rende le operazioni di apertura e chiusura molto semplici e pratiche. Mentre all’esterno troviamo o un laccetto o un moschettone che permette di agganciarle e appenderle con estrema facilità. Sono di solito adatte agli auricolari e alle cuffie che hanno l’archetto flessibile e pieghevole e/o i padiglioni inclinabili in modo da richiuderli su se stessi.

Quanto costano e le marche

Le custodie universali hanno una fascia di prezzi molto bassa: sui 9-14 euro. La maggior parte dei modelli costa comunque meno di 10 euro. Quindi sono un prodotto adatto a tutte le tasche.

Ovviamente, il pubblico a cui è rivolto questo tipo di cuffie non è di tipo esigente o dai gusti difficili. Queste custodie sono veramente basic e hanno un design sobrio e funzionale. L’universalità è un’arma a doppio taglio: se da un lato ci permette di poter trasportare ogni tipo di cuffia, dall’altro le nostre cuffie potrebbero essere o troppo grandi o troppo piccole e non entrare dentro alla perfezione.

Soprattutto se troppo piccole rispetto alla custodia, c’è il rischio che vengano troppo sballottolate durante gli spostamenti e che dunque si danneggino. Per fortuna, possiamo rimediare a ciò andandole a sistemare nelle tasche interne presenti. Se però non avete particolari esigenze e volte semplicemente che le vostre cuffie siano al sicuro durante il trasporto, allora le custodie universali non vi deluderanno.

Come marche possiamo citarvi deleyCON, kwmobile, Bestomz, Elegiant.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
custodiepercuffie.it