Consigli per collocare le cuffie nella custodia: istruzioni e accortezze

La nostra quotidianità è costellata di momento stressanti e non sono poche le volte che vorremmo ritagliarci un piccolo spazietto tutto per noi dove poter ritrovare noi stessi e la giusta serenità. Ci sono tanti modi e tecniche per farlo. Ognuno di noi ne ha sviluppati alcuni più particolari ma, una delle modalità più gettonate e approvata dalla maggioranza è sicuramente l’ascolto della musica.

Anche se siamo imbottigliati nel traffico, stiamo correndo in un parco, siamo sui mezzi pubblici, ci sono dei dispositivi che, collegandosi ai nostri lettori Mp3 o smartphone, ci permettono di sentire la nostra musica preferita: stiamo parlando delle cuffie.

Le cuffie sono dei dispositivi che ci permettono di ascoltare la musica ovunque vogliamo. Sono caratterizzate da casse di dimensioni medio-grandi imbottite e insonorizzate, in modo da non dare troppo fastidio all’orecchio dell’utente. Queste due casse sono collegate dall’archetto cioè un supporto rigido che però risulta abbastanza flessibile e regolabile a seconda della grandezza e lunghezza delle nostra testa. Alcuni modelli sono anche ripiegabili in modo da essere trasportati con più facilità.

Caratteristiche tecniche

E’ utile elencare brevemente le caratteristiche tecniche che le cuffie, in quanto dispositivi elettronici, devono possedere per poter essere ritenute veramente funzionali ed efficienti:

  • risposta in frequenza: cioè l’insieme delle frequenze che le cuffie sono in grado di riprodurre. Si misura in Hertz (Hz).
  • impedenza: si misura in Ohm ed indica la pulizia del suono.
  • linearità di frequenza: cioè quanto è costante il suono emesso.
  • sensibilità: cioè la pressione acustica espressa in decibel (dB) dovuta ad una tensione applicata. E’ molto importante perchè indica il massimo livello di suono riproducibile.

Gli auricolari

E’ bene soffermarci un attimo a parlare degli auricolari. Sono caratterizzati da dimensioni molto piccole e dal peso quasi nullo.

Sono molto apprezzati da chi pratica sport all’aperto perchè molto leggeri e facili da trasportare.

Si dividono in:

  • tradizionali: sono gli auricolari classici, quelli di forma piatta che si sostengono tra il trago e l’anti-trago. Sono spesso molto economici ma hanno un paio di grossi svantaggi: non riproducono bene le frequenze basse e possono cadere facilmente dall’orecchio.
  • in ear: sono più comodi dei tradizionali perchè si inseriscono proprio all’interno del condotto uditivo. In questo modo restano più saldamente attaccati all’orecchio e non rischiano di cadere ad ogni minimo movimento dell’utente.

Dunque chi sceglie un paio di auricolari, lo fa perchè ha come priorità la portabilità e la facilità di trasporto rispetto ad una maggiore qualità del suono che invece garantiscono le cuffie.

Con fili o senza fili

Importante da ricordare è che sia le cuffie sia gli auricolari possono funzionare sia via cavo che wireless.

Il segnale non passa attraverso il cavo ma viene trasmesso tramite raggi infrarossi, bluetooth o altri tipi di tecnologia.

Alla comodità di non essere vincolati ad un filo e dunque essere anche più liberi nei movimenti, si deve lo svantaggio di dover ricaricare il dispositivo con l’apposita batteria e poi la resa del suono, rispetto alla modalità via cavo, risulta meno chiara e pulita.

Tipi di custodie

Una volta acquistato il nostro paio di cuffie, è consigliabile provvedere all’acquisto anche di una custodia o astuccio che le possa contenere e proteggere da “nemici” come polvere, urti, strappi, sballottolamenti, umidità, infiltrazioni varie.

Potete trovare le custodie in vendita nei negozi di elettronica o online, dove potrete confrontare prezzi e marche e trovare la tipologia che più si adatta alle vostre esigenze e stile di vita.

Esistono custodie di varia forma, dimensione, peso, materiale. Ci sono quelle morbide, quelle in silicone, quelle rigide, quelle a sacchetto utili per gli auricolari, quelle universali e quelle specifiche per un dato prodotto di una data marca. Hanno spesso delle piccole tasche interne dove poter riporre piccoli oggetti come schede o cavetti. Inoltre di solito hanno manici o ganci che facilitano il trasporto dando la possibilità di essere appese con facilità.

Insomma, potete sbizzarrivi alla grande nel mondo delle custodie! Pensate al fatto che non sono dei semplici accessori ma sono degli scudi protettivi che possono garantire lunga vita ai vostri dispositivi preferiti.

Consigli su come collocare le cuffie

Comprata la custodia, è importante che non vi gettiamo dentro le cuffie alla rinfusa e senza criterio. Anche perchè spesso bisogna di poterle collocare all’interno, bisogna piegarne le casse o l’archetto. Oppure bisogna avvolgere per bene il filo per evitare che si creino nodi che alla lunga potrebbero danneggiare il passaggio di informazioni elettriche nei cavi.

Se il vostro modello di cuffie ve lo consente (come ad esempio i prodotti Bose), ruotate entrambi i padiglioni in modo da appiattirli, dopodichè ripiegate prima un padiglione e in seguito l’altro verso l’interno. E’ come se doveste “far rannicchiare in se stesse” le cuffie. Fatto ciò, sarete pronti per collocare in maniera corretta le cuffie nella custodia.

Se invece dovrete riporre degli auricolari, vi consigliamo di avvolgere il loro filo tra le vostre dita, creando una sorta di simbolo dell’infinito o di 8. Dopodichè, potrete inserirli nella custodia e riporli nelle pratiche tasche interne che vi aiuteranno a non far dispiegare il filo. 

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
custodiepercuffie.it