Custodie per cuffie in silicone: pregi e difetti

Sembrano solo degli accessori e degli elementi in più, ma le cuffie sono degli strumenti che possono migliorarci in modo incredibile la vita e le singole giornate.

Anche se siete per strada, bloccati nel traffico, su mezzi di trasporto pubblici, potete concedervi un momento di relax tutto per voi inserendo tramite il jack le vostre cuffie allo smartphone o al lettore Mp3. In un baleno sarete catapultati nel fantastico mondo della vostra musica preferita!

Le vostre cuffie avranno però anche bisogno di una custodia. In questo modo dureranno il più a lungo possibile e vi sarà facile trasportarle ovunque voi vogliate.

Prima di acquistare delle cuffie e dunque una custodia, c’è bisogno di capire bene le caratteristiche delle cuffie e i parametri per valutare la loro efficienza e funzionalità.

Caratteristiche

Possiamo dividere i parametri dal punto di vista tecnico e dal punto di vista strutturale.

Dal lato tecnico, gli elementi di base di cui tenere conto sono:

  • frequenza: l’intera gamma di suoni che le cuffie possono riprodurre. L’unità di misura è in Hertz (Hz). L’orecchio umano può percepire dai 20 ai 20.000 Hertz dunque anche le cuffie si dovrebbero attenere al medesimo range di frequenze.
  • impedenza: viene espressa in Ohm ed indica la resistenza esercitata dalle cuffie sul segnale audio. Più è alta l’impedenza, più le cuffie potranno collegarsi a sistemi più complessi come mixer da studio.
  • sensibilità: è la pressione acustica che le cuffie esprimono in relazione ad una tensione esercitata e si misura in decibel (dB). Andrà a determinare il massimo livello di suono che si può riprodurre. I valori migliori di un paio di cuffie si aggirano tra gli 85 e i 100 dB.
  • driver: è un piccolissimo apparecchio che converte il segnale elettrico in suono percepibile all’orecchio umano. Di solito in ogni cuffia c’è un driver adibito ai suoni bassi ed uno ai suoni medio/alti.

Per quanto riguarda invece le caratteristiche della struttura, dovremo valutare:

  • peso
  • dimensioni
  • regolazione dell’archetto
  • imbottitura
  • trasportabilità
  • tipologia chiusa o aperta

Con quest’ultimo parametro, si intende se il modello di cuffia è isolato o meno dall’ambiente esterno. Le cuffie chiuse non permettono ai rumori esterni di penetrare, mentre quelle aperte (tramite una piccola griglia o sistema a fori) consentono al suono naturale di circolare in modo da rendere il suono complessivo più profondo e realistico. Esistono poi i modelli semi-aperti che consentono sia isolamento che profondità di suono.

Cuffie vs auricolari

Spesso cuffie e auricolari vengono confusi tra loro, ma in realtà hanno delle notevoli differenze.

Pensiamo prima di tutto alle dimensioni: mentre le cuffie sono caratterizzate da grosse casse collegate da un archetto, gli auricolari sono piccolissimi e leggeri.

Le cuffie possono essere on-ear oppure over-ear cioè possono appoggiarsi sull’orecchio dell’utente o avvolgerlo totalmente, donandogli così un isolamento completo dal mondo circostante. Gli auricolari possono essere tradizionali o in-ear cioè possono essere sorretti tra il trago e l’anti-trago oppure inserirsi proprio all’interno del canale uditivo. Quest’ultimo modello è di solito più gettonato in quanto cadrà più difficilmente in caso di movimento dell’utente.

Sia le cuffie che gli auricolari possono essere collegate via cavo che in modalità wireless.

Le cuffie sono solitamente apprezzate dai professionisti della musica o dai puristi in quanto permettono la migliore qualità del suono. Gli auricolari invece sono preferiti da chi ha come priorità la portabilità rispetto alla riproduzione ottimale dei suono.

Custodie in silicone: pregi e difetti

Una volta scelti e acquistati i nostri auricolari o le nostre cuffie, avremo bisogno, come già accennato, di una custodia pratica e funzionale che li protegga da polvere, urti, umidità, infiltrazioni, strappi.

Esistono custodie di vario tipo, dimensioni, forme, colori, materiali. Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le esigenze, anche dal punto di vista economico.

Tra i vari materiali, quello molto utilizzato è il silicone, in quanto morbido, protettivo, anti-urto. Inoltre è ottimo per trasportare gli auricolari simili agli AirPods della Apple e permette di creare custodie dalle forme più assurde e simpatiche (animaletti, frutta, personaggi).

Ma vediamo meglio i pregi e i difetti delle custodie in silicone:

custodie in silicone pregi difetti
economiche alla lunga possono allentarsi
anti-urto e anti-graffio si sporcano facilmente
maneggevoli e trasportabili non adatte a cuffie di grandi dimensioni

Dunque sono ottime custodie in quanto facili da trasportare anche grazie a pratici moschettoni o gancetti che ci permettono di agganciarle a borse, zaini e cinture. Però sono anche abbastanza provvisori e precari: alla lunga potrebbero deteriorarsi notevolmente.

Modelli, costi e marche

Le custodie in silicone possiamo acquistarle sia nei negozi di elettronica oppure online. Se volete avere davanti tutte le marche, modelli, tipologie, forme e prezzi da confrontare, allora navigare sul web è la scelta migliore da fare.

Se siete alla ricerca di modelli sobri ed eleganti, allora potrete optare per marche come Molylove, Kokoka, homeEdge. Se invece volete farvi un regalo più bizzarro e particolare (o farlo alla vostra ragazzo o figlio/a) potrete rivolgervi al marchio Zahius, specializzato in custodie a forma dei vostri personaggi preferiti.

Come fascia di prezzi siamo tra i 5 e i 12 euro. Dunque sono custodie convenientissime e che vi daranno un tocco di allegria o eleganza in più, oltre che assicurare una buona protezione ai vostri auricolari.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
custodiepercuffie.it