Quali sono le custodie per cuffie più pratiche: guida ai modelli e all’uso

Al giorno d’oggi siamo abituati ad avere ogni tipo di accessorio, quindi l’idea di procurarcene uno nuovo magari non ci alletta. Ma è anche vero che alcuni si dimostrano essenziali per salvaguardare i nostri dispositivi più delicati e preziosi. E’ questo il caso delle custodie per cuffie. 

Non è un semplice sfizio o un acquisto di poca importanza, può rivelarsi fondamentale quando andiamo in viaggio o, semplicemente, vogliamo portarci dietro le cuffie durante i nostri spostamenti per la città.

Esistono custodie per cuffie di tutti i tipi, forma, dimensione, materiale. In modo da venire incontro alle varie esigenze, budget e stili di vita. Una ragazza adolescente che va a scuola avrà determinate necessità rispetto ad esempio un imprenditore che deve avviare e gestire riunioni anche in videochiamata oppure professionisti nel campo della musica e dell’audio. Dunque dal tipo di cuffia che acquisteremo, deriverà la scelta del tipo di custodia adatta a contenerla e proteggerla.

Cuffie vs auricolari

Ancora indecisi tra auricolari e cuffie? Vi conviene fare una lista mentale delle caratteristiche di cui avete più bisogno. Se siete amanti dello jogging o volete un dispositivo leggero che non vi pesi nello zaino e non occupi ulteriore spazio, allora un paio di auricolari farà al caso vostro. Se invece avete necessità di isolarvi completamente dai rumori esterni e volete ottenere la massima qualità del suono, le cuffie vi daranno grandi soddisfazioni!

Le cuffie poi si dividono in modelli aperti, cioè con i padiglioni forati o a griglia, che permettono al suono esterno di penetrare in modo da creare una sonorità più realistica. Oppure possono essere di tipo chiuso. In questo caso l’isolamento acustico è al massimo.

Possono poi essere molto grosse e isolanti, le over-ear, che avvolgono totalmente l’orecchio in maniera confortevole. Oppure possono essere on-ear: le appoggiamo semplicemente sulle orecchie. Sono abbastanza leggere e facili da trasportare. Gli auricolari invece si dividono in:

  • tradizionali: si sostengono tra il trago e l’antitrago. Hanno un rischio abbastanza alto però di cadere se non infilati per bene (situazione che, a dirla tutta, capita spesso a molti di noi).
  • in-ear: sono ormai la tipologia più diffusa in quanto inserendosi proprio dentro al canale uditivo, restano stabili. Hanno la parte finale del trasduttore in silicone e sono spesso venduti con i gommini di ricambio e di diversa taglia. E’ consigliabile non indossarli per più di 3 ore e di non esagerare con il volume.

Custodie: caratteristiche e tipologie

Dunque abbiamo scelto le nostre cuffie o i nostri auricolari. Siamo pronti a passare al prossimo step e cioè acquistare anche una pratica e comoda custodia.

In linea generale, le custodie per cuffie possiamo suddividerle per tipologia:

  • morbida
  • rigida
  • ricaricabile

E per materiale:

  • silicone
  • pelle
  • tessuto
  • EVA

Lo scopo principale delle custodie deve essere quello di proteggere i nostri dispositivi dalle seguenti minacce: urti, sballottolamenti, polvere, liquidi, umidità.

Devono dunque essere resistenti, leggere e facili da trasportare, impermeabili, anti-urto e anti-strappo. Da considerare poi anche l’aspetto estetico: ci sono quelle più sobrie e basic e quelle invece che spiccano per originalità e vivacità di colori.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i modelli più pratici.

Custodie più pratiche

Cosa si intende per custodie per cuffie più pratiche? Intendiamo quelle cuffie che siano sia comode da maneggiare che da aprire e chiudere che da trasportare.

Sono quelle che hanno come caratteristica principale la funzionalità. Assolvono al loro scopo protettivo nel migliore dei modi, ad un prezzo conveniente e senza ingombrare troppo.

Sicuramente la tipologia più pratica tra tutte è quella rigida: ha dimensioni non troppo grandi e piccole tasche porta-oggetti all’interno che risultano utili per trasportare anche piccolo oggetti come cavi o schede. Inoltre la cerniera a zip rende l’apertura e la chiusura rapide e semplici. Essendo poi imbottite all’interno o comunque rivestite di materiale morbido, potrete usarle in maniera serena sapendo che, anche se andrete ad urtare contro qualcosa, le vostre cuffie saranno ben protette.

Modelli, costi e marche

Dunque abbiamo i modelli rigidi di custodia che sono adatti sia agli auricolari che alle cuffie. Per facilitare il trasporto degli auricolari, inseriteli nella tasca interna reticolata in modo da tenerli più stabili ed evitare aggrovigliamenti di cavi. Anche i modelli in silicone sono piuttosto semplici e pratici: basta aprire o chiudere il loro coperchio e il gioco è fatto! Vi consigliamo comunque di optare per dei modelli di custodia universali cioè adatti a più tipi di cuffie: così andrete sul sicuro.

Inoltre la maggior parte della custodie è solitamente fornita di moschettoni o laccetti laterali che agevolano il loro trasporto appendendole a zaini, valigie o ganci. Come fascia di prezzi, le custodie più pratiche (sia rigide che in silicone) sono anche piuttosto economiche: siamo sui 7-12 euro.

Le custodie in silicone però è più facile che si sporchino ed è poi difficile rimuovere le macchie. Mentre nel caso delle custodie rigide, basterà sfregare con un pannetto umido.

Come marche possiamo citarvi kwmobile, Ugreen, Elegiant, Elago, Cowin.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
custodiepercuffie.it