Quanto contano i materiali nella scelta di una custodia per le cuffie: info

Le custodie per cuffie sono un accessorio dall’importanza sempre più fondamentale nella vita di tutti i giorni. Ci permettono di poter portare sempre con noi i nostri dispositivi senza temere che subiscano danni. Ne esistono di vari tipi e materiali, in modo da accontentare ogni tipologia di utenza.

Ma cosa sono le cuffie? Le cuffie e gli auricolari sono dispositivi elettronici che ci permettono di ascoltare musica o file audio connettendoli ad altri dispositivi come pc, smartphone o lettori Mp3, tramite cavo o in modalità wireless.

In particolar modo, grazie alla tecnologia Bluetooth, le cuffie sono “libere” dal vincolo del cavo che va comunque a limitare i movimenti dell’utente. La maggior parte delle cuffie e degli auricolari presenta la duplice opzione ma esistono anche modelli solo wireless. In questo caso, vengono venduti stesso con la custodia ricaricabile inclusa.  Le custodie ricaricabili servono così non solo a proteggere ma anche a mettere in carica (come facciamo con altri dispositivi come ad esempio i cellulari) i nostri auricolari. Una volta caricati, avranno una loro autonomia di circa 2-3 ore. Fantastico, no?

Ma vediamo meglio le caratteristiche, sia strutturali che tecniche, che devono avere le cuffie. Così da capire poi assieme quale custodia si adatta meglio alle nostre esigenze.

Caratteristiche cuffie

Dal punto di vista strutturale, le cuffie sono di solito così composte:

  • casse: sono rivestite da cuscinetti morbidi in modo da regalare comfort all’orecchio dell’utente. A seconda della tipologia (over-ear oppure on-ear) sono più o meno grandi.
  • archetto: è la parte rigida che fa da ponte tra le due casse. Di solito è anche abbastanza flessibile e/o pieghevole in modo da adattarsi ad ogni tipo di testa e da essere più facile da trasportare.
  • cavo: nei modelli cablati, il cavo è fondamentale perchè funge da collegamento con altri dispositivi contenenti musica, andando ad inserire il jack (la cui misura standard è 3,5 mm) nell’entrata del dispositivo. Possono essere cavi fissi oppure removibili.
  • microfono: è integrato nelle casse e permette di effettuare e ricevere telefonate.

Dal punto di vista tecnico invece, ci sono quattro parametri da tenere a mente quando parliamo di cuffie: risposta in frequenza, linearità in frequenza, sensibilità e impedenza. 

Importante poi è capire la differenza tra auricolari e cuffie. Mentre queste ultime sono adatte a chi cerca il massimo isolamento acustico dai rumori esterni e vuole un dispositivo che gli regali tutte le sfumature della musica, gli auricolari sono ideali per chi vuole soprattutto un dispositivo leggero e di piccole dimensioni.

Gli auricolari in-ear sono quelli più usati e acquistati perchè si inseriscono comodamente e in maniera stabile nel canale uditivo. Non rischiano di cadere ad ogni movimento e, grazie al materiale gommoso in silicone della parte finale del trasduttore, si adattano bene ad ogni singola cavità.

Tipologie di custodia

Come già anticipato, esistono tante tipologie di custodie per cuffie. I parametri su cui ci dobbiamo calibrare quando ne andiamo a scegliere una sono, tra i vari:

  • resistenza
  • impermeabilità
  • leggerezza
  • trasportabilità
  • dimensioni
  • materiali

Ci sono custodie morbide e custodie rigide, quelle universali e quelle specifiche per un dato prodotto. Ci sono quelle economiche che costano meno di 10 euro e quelle che ne possono costare anche 25. Dipende da quali sono le nostre esigenze e priorità.

L’importante è ricordarsi che non sono solo un semplice accessorio. Il loro scopo primario è quello di proteggere e di contenere le cuffie. Dunque assicuratevi che vi soddisfino prima di tutto dal punto di vista della protezione e anche della trasportabilità.

Una buona custodia deve entrare nelle nostre borse e zaini in modo agevole, senza occupare troppo spazio o rischiare di schiacciare il resto del contenuto. Può anche essere agganciata all’esterno, tramite ganci o moschettoni di cui la maggior parte dei modelli sono di solito forniti.

Materiali

Veniamo al parametro del materiale. Importantissimo perchè andrà a definire, a sua volta, le altre caratteristiche delle custodie e la sua forma.

I materiali più utilizzati sono:

  • EVA: è una materia plastica molto usata per realizzare le custodie rigide. E’ anti-urto, impermeabile, leggera e anche elastica.
  • nylon: materiale semplice ma anche leggero, resistente e impermeabile. Una sicurezza.
  • silicone: morbido al tatto, leggero, anti-urto, viene usato soprattutto per creare custodie dalle forme più bizzarre o ispirate a personaggi di fantasia. E’ anche molto economico.
  • pelle: viene usata per custodie dal design più classico ed elegante.  Risulta anti-urto, duratura e leggera.
  • tessuto: usato per custodie di tipo morbido, è meno resistente e protettivo degli altri materiali. Ma ha il vantaggio di essere più adattabile e facile da far entrare in borsa.

Conclusioni

Dunque, come abbiamo visto, i materiali contano molto nell’indirizzare il tipo di custodia. A seconda del materiale infatti avremo una custodia dal design più giocoso e giovanile o più sobrio e adulto. Avremo una forma che si adatta bene ad ogni borsa e dimensioni invece un po’ più ingombranti.

Ognuno potrà valutare, anche in base al semplice parametro del prezzo, quale custodia è adatta più a lui.

Se sta cercando un prodotto più economico, allora le custodie in silicone lo renderanno soddisfatto. Se invece è alla ricerca di una custodia più preziosa, il modello in pelle non lo deluderà.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
custodiepercuffie.it